Statistiche

1165377
Tot. visite contenuti
1165377

Cerca

Newsletter

Iscriviti al servizio newsletter di Scuolaslow!

Novità

Scuola Slow è anche su Twitter (https://twitter.com/Scuolaslow) e su Facebook (https://www.facebook.com/scuola.slow)Twitter  Facebook

 

La scuola serve a vivere meglio, non a produrre di più
(Nando Cianci)

Cos'è Scuolaslow

Scuolaslow è una piazza nella quale incontrarsi, discutere, raccontare le riflessioni, le esperienze, le pratiche intrecciate con l'idea di una scuola slow, vale a dire sottratta...

LEGGI TUTTO >>>

Condividi

PREPARIAMOCIA vivere in un mondo con meno risorse, meno energia, meno abbondanza… e forse più felicità, di Luca Mercalli, Chiarelettere, Milano, pp. 238, € 15,00.

 

Il titolo ha un che di apocalittico, però tranquilli che non siamo in zona istant-book alla Giacobbo. Col collasso del mondo attuale non c’entrano gli alieni e nemmeno le antiche profezie Maja, piuttosto la politica dissennata di governi insensibili alle sorti del pianeta. Stiamo sfiorando il fondo, se è vero com’è vero, che la concentrazione critica dei “mali” della Terra è senza precedenti: ambiente, clima, energia, risorse naturali, cibo, rifiuti, e (udite! udite!) persino l’economia. Il libro di Luca Mercalli (Chiarelettere) li sciorina brutto muso, uno dietro l’altro ma senza provarci gusto, senza compiacimento, senza la vocazione al terrorismo psicologico. Ed è proprio in virtù di questo taglio da pamphlet rigoroso che Prepariamoci si legge con un misto di timore e tremore. Un’articolata pars destruens che mette i brividi (quanto meno ai più coscienziosi; non è detto che debba toccare sempre agli altri, no?) e una construens che muove da una nuova coscienza collettiva, un progetto disalienante che parta dal “basso”, che faccia persino a meno di una politica involuta e inoperosa, stremata da sterili dibattiti e conflitti d’interessi. Fare da soli, e farlo prima che sia troppo tardi: questo l’appello che il meteorologo rivolge, tra le righe, ai suoi lettori-cittadini. Rimboccarsi le maniche e dare l’esempio. L’inversione di rotta può e deve partire dalle nostre case (più coibentate) e dalle nostre abitudini (più sane, più economiche: dal consumo dell’acqua ai trasporti, dai rifiuti alle energie rinnovabili, dall’orto all’impegno civile). Non è più tempo di false illusioni: l’attesa di soluzioni miracolistiche rischia di naufragare in un’attesa godotiana dal sapore d’ignavia. Auspicabile, piuttosto, maturare una coscienza allo stato di veglia. Allenarsi alla resilienza: la capacità di affrontare nel migliore dei modi un futuro più ombre che luci. Una lettura di base per chi ha ancora voglia di pensare e il coraggio di scegliere di cambiare.

(da https://www.sololibri.net/Prepariamoci-Luca-Mercalli.html)


Il risvolto: Il messaggio, chiaro e forte, scritto in prima persona da chi da anni si batte per un’alternativa all’attuale sistema economico, basato sullo spreco delle risorse, che crea ingiustizie e inquinamento.

“Occorre un New Deal globale, una sfida planetaria che non può decidere una nazione, ma che deve fare l’umanità attraverso una Onu ambientale.”


“Ognuno cominci da sé. A volte vincere la tentazione della comodità può portare più felicità.”

Nessun catastrofismo. L’invito di Mercalli è ad agire individualmente senza aspettare che la politica lo faccia per noi. Possiamo cominciare in casa a sprecare e consumare meno, e a guadagnare una vita più sana. Dobbiamo prepararci a un mondo in rapido mutamento. Questo libro ci aiuta a raccogliere la sfida che tutti abbiamo davanti e alla quale non possiamo sottrarci.
Il clima impazzito, i dati allarmanti sull’inquinamento delle città e dei mari, il problema enorme dei rifiuti, le falde acquifere avvelenate, il consumo di suolo… I segnali di allarme sono evidenti e ci lasciano un senso profondo di angoscia, e di rassegnazione, come se non potessimo far altro che continuare a consumare così, finché si può. E chi vivrà vedrà.
Questo libro aiuta a difendersi dalla paura del futuro e a prenderlo in mano, cominciando da noi stessi, sovvertendo le nostre cattive abitudini, senza per questo rinunciare al piacere di stare bene, anzi. I dieci comandamenti per il XXI secolo elaborati da Mercalli rappresentano un monito a mettere davanti a tutto la cura del mondo che ci ospita, per stare meglio noi stessi insieme agli altri, nella consapevolezza che risparmiare e innovare si può, che la nostra casa può diventare più “intelligente” e che l’orto possiamo farlo anche sul balcone.

Basta pensarci e volerlo insieme, per creare una società più sana e più giusta. Ci attende una sfida globale che richiede un tagliando completo. Prepariamoci.

 

L’incipit: (edizione del 2018)

A cinque anni dalla precedente edizione tutto è cambiato nell’ambiente e poco o nulla è cambiato nella politica e nella società.

In tema ambientale ecco i principali eventi occorsi dopo il febbraio 2013.

A livello globale

-La concentrazione di C02 è passata da 395 a circa 410 parti per milione.

-I tre anni più caldi della storia metereologica globale sono stati il 205, il 2016 e il 2017, con il concorso di un importante evento, El Niño; l’oceano troppo caldo ha causato una grave moria nella barriera corallina in Australia.

-I ghiacciai alpini si sono assottigliati di altri 6 metri, e anche Antartide e Groenlandia hanno perso enormi quantità di ghiaccio (circa 300 miliardi di tonnellate all’anno), tra cui un iceberg grande più della Liguria, distaccatosi dalla piattaforma glaciale Larsen-C nella penisola antartica (luglio 2017).

-Di conseguenza i livelli oceanici globali si sono alzati di oltre 1,5 centimetri.

-Nell’estate del 2017 si è toccata a Forlì la temperatura di 43 °C, la più alta in Pianura padana dall’inizio delle rilevazioni.

-Nuovi record mondiali di 54 °C si sono registrati nel giugno del 2013 nella Valle della Morte (California) e nel luglio del 2016 in Kuwait.

-Si sono verificati uragani e tifoni devastanti, come Haiyan nelle Filippine (novembre 2013, oltre seimila morti) e Harvey in Texas (agosto 2017, 1300 millimetri di pioggia in una settimana, alluvioni epocali.

-Pubblicazione del Quinto rapporto Onu-Ipcc sul clima (2013-2014).

-Pubblicazione dell’enciclica ambientale di papa Francesco Laudato Si’, maggio 2015.

-Firma dell’Accordo di Parigi sul clima, dicembre 2015.

-Secondo allarme all’umanità sul degrado ambientale firmato da 15.364 scienziati (…).

-Pubblicazione del rapporto Onu-Ipcc sul rischio imminente di superare il limite di riscaldamento globale di 1,5 °C, ottobre 2018.

-Cinquantenario del Club di Roma (ottobre 2018): sono state confermate le previsioni sui limiti alla crescita elaborate nel 1972 avvertendo (come sempre in sordina) del rischio sempre più reale di collasso globale.

-La popolazione mondiale ha raggiunto i 7,6 miliardi di individui (2018).

-L’Overshoot Day -il giorno del sovrasfruttamento delle risorse terrestri – si è andato anticipando dal 22 agosto nel 2012 al 1° agosto nel 2018.


L’autore: Luca Mercalli ha studiato Scienze agrarie in Italia e Climatologia in Francia. Presiede la Società meteorologica italiana. È consigliere scientifico dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra). Nel 1993 ha fondato la rivista Nimbus. È autore di articoli scientifici su riviste internazionali e di migliaia di articoli di divulgazione comparsi su La Stampa, la Repubblica, il Fatto Quotidiano e su periodici. Insegna Sostenibilità ambientale all’Università di Torino. Ha tenuto duemila conferenze in Italia e all’estero, e collaborato con la Radio televisione svizzera italiana e la Rai, partecipando prima ad Ambiente Italia, poi per undici anni a Che tempo che fa, conducendo la trasmissione televisiva in prima serata su Rai3 Scala Mercalli nel 2015 e 2016, e diffondendo Pillole di sostenibilità su Rainews24.
Tra i suoi libri: Che tempo che farà” (Rizzoli 2009), Viaggi nel tempo che fa (Einaudi 2013), Il mio orto tra cielo e terra (Aboca Edizioni 2017), Non c’è più tempo (Einaudi 2018), Uffa che caldo! (ElectaKids 2018)
.


 

Condividi

A passo d'uomo

IL BLOG

Per leggere il blog A passo d'uomo cliccare su questo link: www.apassoduomo.it

Leggi tutto...

Parole al vento

MAGNANIMITA'

di Nando Cianci

Sui social network si leggono, con straripante frequenza, giudizi perentori ed inappellabili su avvenimenti, idee, fatti pubblici e privati. Tali giudizi sono per lo più accompagnati da insulti verso chi la pensa diversamente, trattato

Leggi tutto...
PUNTATE PRECEDENTI

Gradimento 
Flauto 
Curiosità 
Tablet ai lattanti 
Fannulloni 
E allora? 
Penelope e 'a carogna 
Stare in fila

Truccati per la competizione  
La rivincita del somaro 
Psicofarmaci ai bambini 
Asfaltare l'avversario

Libri lenti

VIANDANTI E NAVIGANTI. EDUCARE ALLA LENTEZZA AL TEMPO DI INTERNET

                                                   COPERTINA COPIA LAVORO

 di Nando Cianci

Youcanprint, Tricase pp. 120, € 10,00

Leggi tutto...
SLOW SCHOOL

RITSCHERdi Penny Ritscher, Giunti, Firenze, pp. 144, € 10,00

Leggi tutto...
LAVORARE CON LENTEZZA

LAVORARE_LENTEZZA

di Bruno Contigiani, Dalai Editore, Milano, pp. 112,      € 13,00

Leggi tutto...
GIOVENTU' SCIPPATA
copertina_libro
 
di Nando Cianci                  (con presentazione di Carlo Sini),Teaternum, pp. 160, € 10,00
Leggi tutto...
LA PEDAGOGIA DELLA LUMACA

PedagogiaLumaca 1

   di Gianfranco Zavalloni, EMI, Bologna, pp. 153, € 12,00

Leggi tutto...
ELOGIO DELL'EDUCAZIONE LENTA

FRANCESCH

di Joan D. Francesch        La Scuola, Brescia,                 pp.192, € 9,50

Leggi tutto...
L'EDUCAZIONE NON E' FINITA

di Duccio Demetrio
RaffaelloCortina Editore, pp. 155, € 11

Leggi tutto...