Statistiche

1325807
Tot. visite contenuti
1325807

Cerca

Newsletter

Iscriviti al servizio newsletter di Scuolaslow!

Novità

Scuola Slow è anche su Twitter (https://twitter.com/Scuolaslow) e su Facebook (https://www.facebook.com/scuola.slow)Twitter  Facebook

 

La scuola serve a vivere meglio, non a produrre di più
(Nando Cianci)

Cos'è Scuolaslow

Scuolaslow è una piazza nella quale incontrarsi, discutere, raccontare le riflessioni, le esperienze, le pratiche intrecciate con l'idea di una scuola slow, vale a dire sottratta...

LEGGI TUTTO >>>

Condividi

GLI ULTIMI GIORNI DI MAOMETTOdi Hela Ouardi, Enrico Damiani Editore, Salò, pp. 312, € 14,00.

Medina, lunedì 8 giugno 632. Il sole accecante infiamma l'orizzonte, ma il calore di questa giornata sembra persino clemente se paragonato alla febbre che consuma il corpo di Maometto. Poche ore dopo il Profeta esalerà il suo ultimo respiro. Intorno a lui, i suoi compagni più stretti, i fedeli della nuova religione tremano, oppressi dal timore che il mondo stia per finire, che sia arrivato il momento dell'Apocalisse, così come Maometto aveva profetizzato negli ultimi tempi della sua vita. Qual è la malattia che l'ha ucciso? E perché due giorni dopo la sua morte nessuno ha pensato a seppellirlo, contrariamente alle abitudini di quel mondo? Nel racconto dettagliato dell'avvenimento più misterioso della storia dell'Islam, Hela Ouardi esplora e confronta le antiche fonti che hanno descritto l'avvenimento, rivelando un altro volto del profeta, un uomo minacciato da più parti, indebolito dalle rivalità interne che, negli anni a venire, si esprimeranno nei due grandi filoni in cui si divide la religione islamica, i sunniti e gli sciiti. Il ritratto di un uomo in carne e ossa, libero dalla visione ideologica che ne influenzerà l'immagine in futuro uno studio accurato e documentato che si legge come un romanzo.

 

 

L’incipit: Medina, lunedì 8 giugno 632. Il sole allo zenit infiamma l’orizzonte. Il calore di questa giornata estiva in Arabia sembra molto clemente in confronto alla febbre che consuma il corpo di Maometto. Disteso sul suo letto, Abu l-Qasim, come amano chiamarlo gli amici più stretti, è in fin di vita. Già da qualche giorno la sua famiglia e i suoi Compagni sanno che il Profeta sta morendo. Su Medina grava un’atmosfera pesante, la tensione è palpabile ovunque. Maometto non sa niente di ciò che accade fuori; da un po’ di tempo è ostaggio del suo letto. Ma lo intuisce dall’agitazione dei suoi Compagni e delle sue mogli che vanno a trovarlo per sapere se respira ancora. Lui è altrove, pensa solo al momento in cui sarà liberato dai tormenti di questa agonia. L’uomo non ha neanche più la forza di gemere. In silenzio, implora Dio di chiamarlo a sé.

Quel giorno, tuttavia, l’atmosfera è molto calma. Maometto è solo con la moglie Aisha. Il padre di lei, Abu Bakr – amico del Profeta e futuro primo califfo -,va da lui furtivamente al mattino presto, quindi parte per Sonh, non lontano da Medina. Umar, altro Compagno della guardia personale e futuro secondo califfo, è fuori, nella moschea attigua alla camera di Maometto, e cammina avanti e indietro davanti alla porta stringendo la sciabola nella mano tremante. […]

Alla fine della giornata, il Profeta lascia questo mondo, con la testa posata sul grembo di Aisha. La notizia si abbatte su Medina come un rombo di tuono che squarcia il cielo.

 

 

L’autrice: Hela Ouardi, tunisina, insegna letteratura francese all’Istituto Superiore di Scienze Umane dell’Università di Tunisi ed è ricercatrice presso il Laboratorio di Studi sul Monoteismo al CNRS, Centro Nazionale della Ricerca Scientifica, a Parigi. Questo suo secondo libro, accolto molto favorevolmente da pubblico e critica, ha suscitato una viva polemica nel mondo musulmano.

Condividi

A passo d'uomo

IL BLOG

Per leggere il blog A passo d'uomo cliccare su questo link: www.apassoduomo.it

Leggi tutto...

Parole al vento

VECCHIAIA

di NANDO CIANCI

La parabola della parola "vecchiaia": da evocatrice di saggezza e rispetto a termine da nascondere e negare- La vuota retorica "del nuovo"

Grande studio (ambizione) degli uomini mentre sono immaturi, è di  parere uomini fatti, e quando sono uomini fatti, di parere immaturi.   
 
(G. Leopardi, Zibaldone, 16. Settem. 1832).

Leggi tutto...
PUNTATE PRECEDENTI

Magnanimità
Gradimento 
Flauto 
Curiosità 
Tablet ai lattanti 
Fannulloni 
E allora? 
Penelope e 'a carogna 
Stare in fila
Truccati per la competizione  
La rivincita del somaro 
Psicofarmaci ai bambini 
Asfaltare l'avversario

Libri lenti

VIANDANTI E NAVIGANTI. EDUCARE ALLA LENTEZZA AL TEMPO DI INTERNET

                                                   COPERTINA COPIA LAVORO

 di Nando Cianci

Youcanprint, Tricase pp. 120, € 10,00

Leggi tutto...
SLOW SCHOOL

RITSCHERdi Penny Ritscher, Giunti, Firenze, pp. 144, € 10,00

Leggi tutto...
LAVORARE CON LENTEZZA

LAVORARE_LENTEZZA

di Bruno Contigiani, Dalai Editore, Milano, pp. 112,      € 13,00

Leggi tutto...
GIOVENTU' SCIPPATA
copertina_libro
 
di Nando Cianci                  (con presentazione di Carlo Sini),Teaternum, pp. 160, € 10,00
Leggi tutto...
LA PEDAGOGIA DELLA LUMACA

PedagogiaLumaca 1

   di Gianfranco Zavalloni, EMI, Bologna, pp. 153, € 12,00

Leggi tutto...
ELOGIO DELL'EDUCAZIONE LENTA

FRANCESCH

di Joan D. Francesch        La Scuola, Brescia,                 pp.192, € 9,50

Leggi tutto...
L'EDUCAZIONE NON E' FINITA

di Duccio Demetrio
RaffaelloCortina Editore, pp. 155, € 11

Leggi tutto...